Lotta

14° Trofeo Torresan

Il trofeo internazionale di lotta grecoromana, denominato F.lli Torresan, è stato assegnato al Piemonte che nella finalissima è riuscito a superare lo squadrone croato per 4 a 3. La manifestazione ha riservato momenti di alta spettacolarità e di tecniche raffinate visti i numerosi atleti di assoluto valore internazionale in materassina. Una competizione organizzata dalla Polisportiva Santa Bona con la solita diligenza ed una discreta partecipazione di pubblico. Le selezioni del Veneto e quella di Treviso sono state penalizzate dagli episodi più che dalla struttura della squadra e ciò nonostante il Veneto ha ceduto alla Croazia per 4 a 3 mentre la selezione trevigiana ha pareggiato con il Piemonte ma è stata penalizzata da un punto tecnico. Una finalissima avvincente, con grande battaglia, in ogni incontro. Stars i fratelli Croati Mikuda che hanno più volte ricevuto applausi a ruota libera per le notevoli capacità tecniche dimostrate, non sono stati sufficienti  però ad arginare il Piemonte trascinato da un ottimo Sabatini. Alla fine è stato designato Tomo Mikuda miglior atleta straniero ed Alessandro Zanatta quale miglior atleta italiano. La differenza tecnica con gli atleti internazionali è dovuta principalmente al fatto che siamo di fronte a lottatori che ogni giorno si allenano due volte mentre i nostri atleti prima vanno a lavorare e poi si allenano.  Molto bene sono andati invece i giovani: Matteo Polo, Giorgio Gastaldon, Vito Attoma, Elvis Mavriqui ed Andrea Acrisono stati  tutti vincenti contro i pari età croati. Da segnalare le prove di Attoma ed Acri che si confrontavano con i campioni Croati in carica. La formula del torneo è quella giusta e c’è disponibilità di tutte le selezioni  di creare un torneo itinerante, anche per i giovani, ma soprattutto per i seniores che in Italia di gare ne fanno poche.