Lotta

Agnoletto si conferma tra i cadetti

Il PalaFijlkam di Roma ha ospitato  l’ultimo campionato italiano di lotta grecoromana in programma  nel 2011.

La Polisportiva Santa Bona ha presentato in materassina, tre  giovanissimi esordienti che si sono cimentati a viso aperto con la classe cadetti. Il vice campione italiano esordienti, River Agnoletto, dopo un sorteggio impossibile, nella categoria fino a 58 kg è riuscito a salire sul podio.

River Agnoletto

Una dura battaglia per lui, prima fuori materassina per rientrare nella categoria più congeniale e, poi, subito impegnato al primo combattimento con il futuro campione italiano, Petruk, troppo potente.  Il trevigiano, per nulla demoralizzato, ha vinto tutti i combattimenti di recupero fino ad arrivare a giocarsi il bronzo con Calabria.

La sua caparbietà, lo ha premiato con una vittoria squillante che gli è valsa la medaglia di Bronzo. Gli altri atleti impegnati dalla Polisportiva, sono stati, Iulian Scutaru nei 54 kg ed Alessandro Di Grande nei 69 kg. Entrambi si sono classificati al 10° posto.

Rammarico per Di Grande che nei combattimenti di recupero ha sciupato un combattimento, oramai vinto, per una ingenuità, ciò  gli avrebbe permesso di avvicinarsi al podio.  La competizione per i giovani lottatori trevigiani è stata inserita nel lotto di manifestazioni utili per far della esperienza a livello nazionale.  Questi ragazzi, Agnoletto e Di Grande, hanno già concretizzato la loro stagione con la medaglia d’argento ai campionati italiani esordienti.