Lotta

Cadetti Greco romana: roseo futuro!

Il PalaPellicone di Roma ha ospitato i campionati italiani cadetti di grecoromana 2014.  I trevigiani della della Polisportiva Santa Bona, formazioni tra le più giovani in assoluto (quasi tutti esordienti) si sono rivelati la terza forza in Italia.  Un bronzo che a detta dei Tecnici, Paolo Torresan e Giorgio Gastaldon, poteva essere di un metallo più pregiato. Due podi nitidissimi ma almeno un paio sfuggiti per un niente hanno decretato la forza di questa squadra. In primis, Riccardo Cattarin, nei 42 kg che si conferma ai vertici nazionali cadetti  con un secondo posto di assoluto valore.  La finalissima è stata una vera battaglia persa per pochissimi punti.  Avrà modo di rifarsi e riprendersi il titolo esordiente nel secondo semestre. Sorpresa positiva di Nino Pisanu che nei 46 kg ha colto un bronzo con la sua classica tecnica “ancata”, con merito e anche lui agli esordienti di grecoromana farà vedere il suo valore. Nei 50 kg, Giacomo Coassin e Pierangelo Arena hanno concluso la gara rispettivamente al 5° e 10° posto.  Una classifica che li penalizza per aver incontrato i finalisti della categoria al primo combattimento, però è solo questione di avere pazienza e di acquisire esperienza in materassina. Nei 63 kg, tra le categorie più numerose,  Alessandro Pancot ha dovuto arrendersi ad atleti molto più esperti. Giovanni Boldrin, nei 69  kg (unico cadetto della Polisportiva)  ha chiuso il torneo al 5° posto, buttando via una medaglia sicura e forse quella più pregiata, durante l’incontro più importante, con il futuro campione italiano, ( stava vincendo per 8 a 0) ha  perso in schiena nella seconda ripresa, per una disattenzione imperdonabile e questo la dice lunga sulla occasione persa.